lunedì 25 gennaio 2016

Meditazione e Cammino di Potere

Meditazione e Cammino di Potere













Meditazione e Cammino di Potere


Un Cammino di Potere è una meditazione, un itinerario di crescita personale che si dispiega grazie all'incontro con uno o più Animali di Potere e Animali Totem.
C'è un senso in un Cammino di Potere composto da più Animali di Potere e Animali Totem sia nell'ordine in cui si presentano che nel numero.
Per esplorare e seguire un Cammino di Potere si parte dall'intenzione, ripetendo a mente: «percorro il Cammino di Potere per...», finché il pensiero non diventa ben chiaro e vivo, si può anche ripetere la frase a voce alta per dar maggior enfasi e forza a ciò che si sta facendo.
Bisogna cercare di essere il più precisi possibile riguardo il risultato che si vuole ottenere, più siamo precisi, più siamo concentrati sullo scopo, meno saranno le deviazioni.
È importante fissare l'intento per indirizzare le proprie energie nella direzione voluta, enunciando il proposito, al presente, si inizia già quel percorso di miglioramento.
Si può scegliere un percorso già battuto, un Cammino di Potere già ben strutturato tra quelli proposti, oppure dare un nome nuovo a un Cammino di Potere del tutto personale nella scelta degli Animali di Potere e Animali Totem.
Il passo successivo è fare la meditazione «Giardino Segreto».
Una volta che siamo rilassati e attenti nella meditazione «Giardino Segreto» con ben fisso in mente il nostro intendimento: «percorro il Cammino di Potere per...» chiediamo gentilmente che si presentino gli Animali o l'Animale che compongono quel particolare Cammino di Potere che abbiamo scelto.
Chiamiamoli per nome e aspettiamo che arrivino, coi loro tempi e modi.
Con tutto il piacere di una visita attesa e gradita facciamo conoscenza con gli Animali di Potere e Animali Totem di quel Cammino, con tutti i sensi, compreso il sesto, comunichiamo con loro nel modo che ci viene più spontaneo e congeniale.
Si può comunicare a gesti, parlando o anche per immagini mentali, qualsiasi modo va bene, basta ci si intenda.
Da qui in poi la scelta su come procedere diventa personale, possiamo già decidere cosa fare prima di iniziare la meditazione o possiamo invece seguire l'istinto o l'ispirazione del momento durante la meditazione.
Alcune alternative: possiamo rimanere nella meditazione «Giardino Segreto» e dialogare con gli Animali di Potere e Animali Totem chiedendo loro consiglio su come fare per percorrere al meglio quel Cammino di Potere. Possiamo chiedere a uno o più Animali di Potere e Animali Totem di accompagnarci in un viaggio simbolico che ci permetta di vivere quel Cammino di Potere come un vero e proprio itinerario. Possiamo fare entrambe le cose o altro ancora.
Lasciamoci aperta la possibilità d'improvvisare, il rapporto con gli Animali di Potere e Animali Totem è personale e va coltivato come una bella a cara amicizia.
Conclusa l'esperienza, quando ci sentiamo pronti salutiamo e ringraziamo gli Animali di Potere e Animali Totem che ci hanno aiutato e usciamo dalla meditazione «Giardino Segreto».
Questa meditazione si può ripetere tutte le volte che si vuole, ripeterla rinforzerà la possibilità di ottenere il risultato che si desidera.
Forse strada facendo scopriremo che... vogliamo altro, perché no?
La differenza tra un semplice incontro con uno o più Animali di Potere e Animali Totem nella meditazione «Giardino Segreto» e un Cammino di Potere sta tutta nell'intenzione di voler fare proprio quel percorso specifico di crescita personale con quegli Animali di Potere e Animali Totem ma nulla vieta di cambiare rotta.
Un Cammino di Potere in fondo è semplicemente una proposta di viaggio, sta a noi provare e sta sempre a noi proseguire o cambiare strada, ma soprattutto sta noi come vivere il nostro viaggio.