martedì 29 marzo 2016

Recensione al libro di "Peter A. Levine - Traumi E Shock Emotivi"

Recensione al libro di "Peter A. Levine - Traumi E Shock Emotivi"

Come uscire dall'incubo di violenze, incidenti e esperienze angosciose


Peter A. Levine - Traumi E Shock Emotivi


















Prezzo € 9,80
Macro Edizioni

Quarta di copertina

I traumi e gli shock emotivi sono momenti fondamentali per la nostra evoluzione personale-psicologica, sociale e spirituale: infatti, il modo in cui assorbiamo le nostre esperienze più angosciose può influenzare enormemente la qualità della nostra vita.
La maggior parte di noi è stata spesso traumatizzata da avvenimenti, talvolta solo apparentemente ordinari e di poca importanza, accaduti per lo più nell’infanzia, di cui in molti casi non si è nemmeno coscienti e che pur tuttavia possono comportare sgradevoli conseguenze emotive, incluse patologie psicologiche e fisiche.
A questi si aggiungono i traumi di grande impatto e devastazione sulla nostra psiche: violenza diretta, shock di guerra, abusi sessuali, gravi incidenti, importanti operazioni odontoiatriche o chirurgiche, separazioni, abbandoni e morti di persone care, diagnosi pesanti da accettare.
L’autorevole medico e psicologo Peter A. Levine, in questa straordinaria opera, ci presenta le riflessioni e le tecniche, sviluppate da lui stesso e da altri studiosi, per superare questi traumi. Una guida accessibile a tutti per imparare a capire come cominciano e si sviluppano i sintomi post-traumatici e come correggere i meccanismi mentali ed emotivi che stanno alla loro base.
L’autore propone una serie di facili esercizi per focalizzare l’attenzione sulle sensazioni corporee connesse a visualizzazioni e fantasie legate al trauma o ai disturbi che esso scatena. Possiamo scoprire gli straordinari percorsi per la risoluzione del trauma, con alcune delle tecniche, qui illustrate per la prima volta in Italia, come il Somatic Experiencing®.
Un aiuto alla nostra psiche che ci viene principalmente dall’osservazione della natura intorno a noi, dove infinite volte animali e piante vivono traumi dai quali però hanno le capacità di uscire indenni, attuando istintivamente strategie difensive o curative.

Recensione al libro di "Peter A. Levine - Traumi e Shock Emotivi"


Prima alcune citazioni:

«Per migliaia di anni, i guaritori orientali e sciamanici hanno riconosciuto non solo che la mente influenza il corpo ... ma anche che ogni sistema organico del corpo abbia allo stesso tempo una rappresentazione psichica nel tessuto mentale.
...
Il trauma non dev'essere una condanna a vita. Di tutte le malattie che attaccano l'organismo umano, il trauma può in definitiva essere visto come benefico. Dico questo perché nella guarigione del trauma avviene una trasformazione, che può migliorare la qualità della vita.
...
I sintomi traumatici non sono generati dall'evento scatenante stesso. Sono causati dal residuo congelato di energia che non è stato risolto e scaricato.
...
Il succo del discorso consiste nell'essere in grado di rendersi conto che il trauma rappresenta degli istinti animali non andati a buon fine. Se imbrigliati, questi istinti possono essere usati dalla mente cosciente per trasformare i sintomi traumatici in uno stato di benessere.»


Tutti siamo «più o meno» traumatizzati ma questo non significa che resteremo «difettosi» a vita, lode nell'alto dei cieli...
Questo libro mi è piaciuto molto e l'ho trovato davvero illuminante come approccio ad un argomento così delicato come il trauma.
L'autore raffronta il comportamento degli animali nel superare i traumi e il nostro che non sempre funziona.
Noi siamo animali e abbiamo le stesse identiche reazioni animali di fronte a un pericolo: congelamento, fuga o attacco.
Il nostro problema è che non sappiamo esattamente se siamo prede o predatori, perché siamo stati entrambi nel corso della storia umana, ora siamo in cima alla catena alimentare ma in passato per millenni non è stato così, quindi siamo un po' confusi.
Oltre alla confusione dei ruoli entra in gioco anche la nostra mente che talvolta blocca le nostre reazioni istintive.
In pratica non è l'evento traumatico in sé a segnarci ma quell'energia che il nostro corpo ha attivato di fronte al pericolo e che non siamo riusciti ad usare (attacco o fuga, anche dopo che ci si immobilizza si finisce o per scappare o per attaccare), da qui tutti i problemi che ne conseguono con il nostro corpo che resta perennemente attivato al massimo senza risolvere l'allarme facendo qualcosa e finendo per sfogare in vari sintomi che si ripetono e aggravano.
Il Felt Sense che l'autore propone per riprendere coscienza del proprio corpo e quindi anche dei traumi che l'hanno segnato ricorda molto la presenza Zen, è una consapevolezza di sé partendo dal corpo, dalla parte materiale dell'esistenza.
Ci sono idee davvero belle in questo libro prima fra tutte quella che un trauma sia in realtà un'occasione per diventare migliori.
Ci sono diversi esempi, anche pratici ma non è un manuale, dà però un'esauriente idea di come funzioni il trauma e di come si possa superarlo.
Non voglio dire troppo per non togliere il piacere della lettura.
Si può comprare su Il Giardino dei Libri: Peter A. Levine - Traumi e shock emotivi o su Amazon: Peter A. Levine - Traumi e shock emotivi, l'edizione è la stessa, lo sconto sempre del 15% sul prezzo di copertina.

Indice

Prefazione (pag 5)
I commenti di esponenti del mondo medico, scientifico e terapeutico a proposito di Traumi e shock emotivi (pag 9)
Ringraziamentei (pag 13)
Introduzione (pag 15)
Prologo (pag 19)
Parte I - Il corpo come guaritore
1. Ombre da un passato dimenticato (pag 29)
2. Il mistero del trauma (pag 37)
3. Ferite che possono guarire (pag 48)
4. Una strana nuova terra (pag 55)
5. Guarigione e comunità (pag 70)
6. Nel riflesso del trauma (pag 78)
7. L'esperienza dell'animale (pag 98)
8. Come la biologia diventa patologia: l'irrigidimento (pag 113)
9. Come la patologia diventa biologia: scioglimento (pag 122)
Parte II -  Sintomi di trauma
10. Il nucleo della reazione traumatica (pag 141)
11. Sintomi di trauma (pag 160)
12. La realtà di una persona traumatizzata (pag 169)
Parte III - Trasformazione
13 Progetto per la ripetizione (pag 187)
14. Trasformazione (pag 206)
15. L'undicesima ora: trasformare il trauma comunitario (pag 234)
Parte IV - Pronto soccorso in caso di trauma
16. Prestare i primi soccorsi (emotivi) dopo un incidente (pag 249)
17. Pronto soccorso per bambini (pag 260)
Epilogo (pag 281)
Posta un commento